Adeguamento ospedale V. Emanuele

Gli interventi progettuali adottati hanno riguardato essenzialmente l’adeguamento strutturale e la messa in sicurezza sismica, ai sensi della vigente normativa, del Padiglione S. Marco. Pertanto la linea di indirizzo principale nel progettare l’adeguamento sismico del grosso edificio Ospedaliero, con la sua forma a pettine, è stata quella di migliorarne la risposta sismica regolarizzandone la forma e suddividendolo quindi in corpi di dimensioni ridotte e di forma regolare (rettangolare).

A tal fine si è previsto di realizzare una serie di tagli nella muratura ottenendo due giunti tre Corpi di forma all’incirca rettangolare: il primo corpo costituito dalla parte che fronteggia la Via Plebiscito e gli altri due costituti dalle ali trasversali a questo. Dai rilievi architettonici-strutturali si è inoltre osservato che una piccola parte del del Padiglione era una superfetazione, per cui si è deciso di procedere con la demolizione e ricostruzione con struttura in c.a. .

Tutti gli interventi sono stati preceduti da accurate indagini geologiche e diagnostiche al fine di ottenere tutte le possibili informazioni riguardanti le caratteristiche del terreno di fondazione e le caratteristiche di resistenza dei materiali.